Spedizione GRATIS per ordini sopra i 60€! Consegna in tutta Italia!

L’importanza del movimento per stare bene

SkyRocketMKTG | 08 February, 2021


          
            L’importanza del movimento per stare bene

Mens sana in corpore sano, ovvero per stare bene bisogna utilizzare correttamente i nostri 5 cuori!

In questo momento così particolare, in cui passiamo molto tempo in casa, è fondamentale trovare delle strategie per fare un po’ di movimento in modo adeguato, investendo sulla nostra salute.

Fare attività fisica aiuta enormemente a tenere sotto controllo i livelli di Stress ed a mettere uno stop al ritmo frenetico da cui spesso sembra di non riuscire a staccarsi.

Ricordiamoci che:

La vita è movimento e il movimento è vita”!

 

Muovere il nostro corpo per raggiungere uno stato di benessere generale

L’attività fisica aiuta a mantenere buono lo stato di salute, rinforzando ossa, muscoli e articolazioni. Inoltre, migliora l'autostima, l'autocontrollo e il senso di benessere generale, riuscendo anche a prevenire diverse malattie.

Anche solo passeggiare per 30 minuti, permette di scaricare l'eccesso di energia che viene prodotta sotto Stress, ossigenando il corpo e la mente.

Partiamo dal concetto che il nostro corpo è strutturato con dei fluidi che devono potersi spostare e muovere costantemente.

Per farlo bisogna utilizzare correttamente i nostri “5 cuori”:

  • il cuore centrale che spinge il sangue verso la periferia;
  • i cuori periferici (mani e piedi) che gli permettono di fare il tragitto opposto, dalla periferia fino al centro.

Come si possono attivare i cuori periferici?

  1. Muovendo i piedi

Un buon modo per muoversi è camminare, anche all’interno della propria casa, ma è fondamentale eseguire correttamente la flesso-estensione del piede che facilita la risalita dei nostri liquidi dalla periferia.

È importante utilizzare le scarpe giuste, che ci permettano di muovere in modo completo il piede e che facciano ben presa sul calcagno.

Un altro esercizio utile ad attivare i cuori periferici è posizionarsi su un tappetino spesso, o in alternativa una coperta spugnosa piegata, e camminare sul posto a piedi nudi, alzando bene le ginocchia.

  1. Muovendo le mani

L’attivazione degli altri due cuori periferici si ottiene muovendo le mani. Ricordiamoci infatti che quando andiamo a donare il sangue ci fanno chiudere e aprire la mano, proprio perché questo movimento aiuta a far circolare i fluidi.

Muovere le mani si può fare in mille modi diversi, ad esempio suonando uno strumento musicale come il pianoforte o la fisarmonica.

Lo yoga: un aiuto per il nostro benessere

Lo yoga ha diversi benefici per il benessere psicofisico, ad esempio aiuta a:

  • ritrovare ritmi più calmi e naturali rispetto ai tempi frenetici della vita moderna;
  • calmare la mente dal flusso costante dei pensieri attraverso la pratica della respirazione e della meditazione.

Anche dal punto di vista fisico lo yoga ha diversi benefici:

  • dona fluidità ai movimenti;
  • i muscoli ritrovano tono e vigore;
  • le articolazioni si sciolgono;
  • la postura ne guadagna;
  • la schiena è meno rigida e dolorante;
  • il cuore sta meglio;
  • la respirazione, profonda e controllata, aumenta la capacità polmonare in modo naturale.

Inoltre incrementa l’autostima e la gratificazione personale.

Posizioni yoga da principianti

Delle posizioni di base anche per principianti, da fare con cadenza quotidiana anche solo per 10 minuti sono:

  1. Balasana
  2. Marjariasana
  3. Adho Mukha Svanasana
  4. Tadasana
  5. Vrksasana
  6. Ardha Chandrasana
  7. Pascimottanâsana
  8. Ardha-matsyendrasana
  9. Bhujangasana
  10. Dhanurasana

Vanno eseguite in sequenza mantenendole un minuto ciascuna, o almeno 30 secondi, passando lentamente dall’una all’altra.

Un aiuto in più ci viene dalla natura: il Ribes Nigrum gemmoderivato

Il Macerato Glicerico di Ribes nigrum agisce da stimolo surrenalico incrementandone l’attività attraverso un profondo riequilibrio dei processi organici.

Trova uno straordinario ed ampio impiego su tutti i processi infiammatori come:

  • infiammazioni articolari;
  • dermatiti;
  • dermatosi;
  • eczemi;
  • sindromi allergiche acute;
  • sindromi infiammatorie dell’apparato respiratorio;
  • disturbi funzionali legati all’insufficienza venosa e sulla microcircolazione connettivale.

 

In conclusione, per potersi sentire davvero bene è necessario che il nostro corpo e la nostra mente siano coesi, una sintonia che si ottiene lavorando sul benessere del nostro corpo rispettando al contempo il nostro equilibrio psicofisico.